«Due giorni di congedo mestruale per le ragazze»: da Ravenna a Como, l’idea sbarca al Liceo Ciceri

La proposta L’idea nasce da una scuola di Ravenna che ha introdotto la possibilità di assentarsi per due giorni da scuola in caso sussista la giustificazione medica di dismenorrea, senza che le assenze accumulate compromettano la validità dell’anno scolastico

«Due giorni di congedo mestruale per le ragazze»: da Ravenna a Como, l’idea sbarca al Liceo Ciceri
Studenti appena usciti dal liceo Teresa Ciceri
(Foto di archivio)

Il professore di Educazione motoria Vittorio Mottola ha proposto ai rappresentanti degli studenti dell’ex istituto magistrale di farsi carico di formalizzare una proposta alla dirigenza e al consiglio d’istituto. «Si tratta di due giorni di congedo mestruale per le studentesse che ne facciano richiesta - spiega Mottola – alla luce di motivate giustificazioni mediche. Quindi se lo specialista dovesse dare alle giovani alunne l’indicazione del riposo, queste potrebbero beneficare di due giorni di assenza al mese. Penso che sia una richiesta ragionevole e attuale, sensibile ai diritti delle donne. Troppo spesso vediamo giovani in difficoltà durante i primi cicli. Questa tutela serve anche prevenire i sempre più frequenti stati d’ansia».

© RIPRODUZIONE RISERVATA