“Tira su i cler”: vecchie botteghe
e nuovi progetti

Gravedona Le vetrine del centro del paese rinascono: «Così rendiamo le nostre strade attrattive per i turisti»

“Tira su i cler”: vecchie botteghe e nuovi progetti
Un particolare di una delle vetrine dell’iniziativa “Tira su i cler” di Gravedona

Recuperare botteghe storiche per non perdere la memoria delle tradizioni e far rivivere un pezzo di paese. È il senso profondo del progetto “Tira su i cler”. «Circa dieci anni fa - spiega Giorgio Salice, ideatore dell’iniziativa e membro del direttivo della Pro Loco - ho avuto l’idea di recuperare le botteghe storiche di Gravedona rimaste vuote o chiuse, ricavandone spazi espositivi e ho proposto la cosa all’Amministrazione comunale e alla Pro Loco. Ho dunque contattato due amici, proprietari di alcune delle botteghe, che mi hanno dato le chiavi consentendomi di riaprire quei luoghi, sistemarli e mostrare le loro vetrine al pubblico. Per il nome devo ringraziare mia figlia, che mi ha suggerito di pensare a qualcosa che unisse la tradizione, il dialetto e lo scopo dell’idea».

© RIPRODUZIONE RISERVATA