Camerlata, si cambia: nuova viabilità

Camerlata, si cambia: nuova viabilità

Via Badone, con il piano Trevitex una corsia in più. In estate i lavori, centro commerciale a dicembre. Il privato realizzerà opere pubbliche per oltre 7 milioni. Verrà abbattuta la palazzina dell’ex Fisac

Il traguardo è a un passo, dopo un cammino lungo e accidentato. Sta per arrivare il via libera ufficiale al progetto che cambierà il volto di Camerlata, rivoluzionando l’area tra via Badone e via Paoli nota come “ex Trevitex”.

L’apertura del centro commerciale al posto delle due attuali superfici di vendita è stata chiesta dalla società Cedi (fa riferimento al gruppo Esselunga) e il Comune ha detto sì in cambio della realizzazione di opere pubbliche per 7 milioni e 364mila euro (compreso un milione e 815mila euro di “contributo” versato a Palazzo Cernezzi).

Verrà abbattuta la fatiscente palazzina dell’ex fabbrica Fisac (aspetto che ha suscitato polemiche nei mesi scorsi) per far spazio a un’enorme piazza centrale con panchine, una fontana e - come protezione dal flusso veicolare - tanto verde e due “dune”. Ma sono previsti anche interventi per migliorare la caotica viabilità della zona (una corsia in più sulla congestionata via Badone, all’intersezione con via Paoli) e un sovrappasso ciclopedonale (sempre su via Badone, per garantire un percorso protetto da piazza Camerlata alle scuole). Senza questi tre interventi, la società non otterrà da Palazzo Cernezzi l’autorizzazione ad aprire il centro commerciale.

I lavori partiranno, salvo imprevisti, in estate. E l’inaugurazione della nuova struttura di vendita è in programma per Natale.

Tutti i dettagli sul quotidiano La Provincia in edicola giovedì 12 marzo


© RIPRODUZIONE RISERVATA