Giovedì 17 Aprile 2014

Griffe affitta Villa Olmo

E restaura la sala del Duca

Un affresco sul soffitto della sala del Duca al primo piano di Villa Olmo

Como

Il 12 giugno prossimo Villa Olmo sarà blindatissima e anche i cancelli del parco resteranno chiusi per l’intera giornata. Il motivo? Un marchio del lusso a livello mondiale - di cui il Comune non ha voluto fornire il nome - ha affittato parco e villa per un evento esclusivo.

La decisione è stata presa ieri pomeriggio dalla giunta di Palazzo Cernezzi, che ha approvato la proposta dell’assessore alla Cultura e Turismo Luigi Cavadini. «È un evento - ha spiegato l’assessore - promosso per i dealer di tutto il mondo. Il marchio sarà a Como per tre giorni e, per il 12 giugno, è stata concessa la disponibilità di Villa Olmo».

Il canone d’affitto è stato stabilito in 10mila euro e comprende sia l’utilizzo della villa che del parco. Ma la società ha deciso di sponsorizzare il restauro della sala del Duca, al primo piano della villa. «La sala - dice Cavadini - è quella utilizzata solitamente per i convegni, ma che da tempo è in pessime condizioni. Grazie a questa sponsorizzazione di 40mila euro, la sala potrà essere di nuovo utilizzata. I lavori saranno conclusi entro la fine dell’anno. L’intervento sulla sala è stata una decisione della società in cambio della concessione della villa. Saranno organizzati due incontri di presentazione dell’intervento ai quali parteciperà, ovviamente, anche lo sponsor che avrà così il suo ritorno di immagine».

© riproduzione riservata