Giovedì 19 Giugno 2014

Il turismo esige wifi

e collegamenti veloci

Non avete wifi libero? I turisti britannici non vi prenderanno neanche in considerazione. Rumori in agguato? Ci sarà la fuga. La posizione a Como è superata solo dalla gentilezza del personale nel percepito. Ma attenzione che senza internet si perdono quote preziose e pesa anche l’assenza di collegamenti. E soprattutto si cerca il brand, il territorio unito: i particolarismi possono solo far perdere turisti e affari.

Un convegno prezioso, quello organizzato ieri da Unicredit, Federalberghi Lombardia e Associazione italiana Confindustria Alberghi a Lariofiere. Con la struttura di Erba che si conferma interlocutore chiave per questo settore .

C’era molta attesa, come aveva sottolineato ad esempio Roberto Cassani, presidente degli albergatori di Confcommercio: «Le cose sul territorio comasco sono tante, bisogna incrementare la competitività non tanto delle singole imprese ma del territorio lariano, creare progetti turistici concreti e territoriali e stimolare di più le singole imprese a fare rete».

© riproduzione riservata