Domenica 12 Maggio 2013

Preso il pirata della strada
che ha ucciso Maurizio Punzi

CANTU' - I carabinieri della stazione di Cantù lo aspettavano alla fermata del bus di Affori, il quartiere di Milano in cui abita. E quando li ha visti, ha capito che era finita. Carmine Cirillo, 39 anni di Torre del Greco (ma residente nel capoluogo lombardo), è scoppiato in un pianto dirotto e ha confessato senza opporre resistenza. Ha ammesso di essere stato lui a uccidere, travolgendolo, Maurizio Punzi, che proprio oggi avrebbe compiuto 52 anni, titolare del bar Cher Ami" di via Marelli a Cucciago. Cirillo non è sposato, è incensurato e non risulta che abbia un lavoro stabile: ora si trova nel carcere comasco del Bassone.
Il sostituto procuratore Simone Pizzotti lo accusa di omicidio colposo, omissione di soccorso e ricettazione. Quando infatti, all'1.30 di venerdì, si scontrò quasi frontalmente con la Ducati Monster di Punzi, Cirillo stava guidando un Renault Kangoo rubato il 28 marzo scorso a un ristoratore di Inverigo. Lui sostiene di non essere l'autore del furto, ma per ora non ha voluto rivelare agli inquirenti perché fosse al volante del furgone.

Due pagine speciali su La Provincia in edicola lunedì 13 maggio

e.romano

© riproduzione riservata