Venerdì 17 Maggio 2013

Como Venture arriva
anche nello spazio

COMO La voglia di investire sul futuro non si ferma. Anzi, Como mette un piede persino nello spazio con una società che arriva a ComoNext e vuole lanciare un dispositivo in grado di recuperare i satelliti quando non servono più (e costituiscono pericolo). La prima risposta concreta al problema dei detriti spaziali.

Un messaggio forte, quello lanciato a Villa Del Grumello mercoledì sera da Como Venture durante l'assemblea. Una storia «di entusiasmo e di stimoli», come ha osservato il presidente della Camera di commercio Paolo De Santis.  Da lui è scaturita l'iniziativa di Como Venture, come ha avuto modo di sottolineare a più riprese lo stesso presidente della società Maurizio Traglio. «Queste sono le cose che si fanno a Como» commenta De Santis dopo che affiora un'altra meraviglia al Parco scientifico tecnologico di Lomazzo, già alle prese con importanti progressi scientifici e start up.

Lavori in corso negli spazi di ComoNext, infatti, per accogliere D-Orbit: una società di giovani che hanno esperienze diverse, ma tutte di alto livello e anche all'estero, e da qui lanceranno uno speciale dispositivo per recuperare i satelliti non più funzionanti. Fuga di cervelli? No grazie, a Como rientrano per dare vita a un progetto proiettato nello spazio, per un problema concreto: perché quei satelliti inservibili costituiscono intralcio e pericolo, come ha spiegato Luca Rossettini (un'esperienza anche alla Nasa).

Il dispositivo intelligente va attaccato ai satelliti prima del loro lancio. Sono stati chiamati gli spazzini o gli angeli dello spazio, questi giovani. Che lavoreranno per mettere sul mercato (già c'è molto interesse) questo dispositivo dal Lomazzo.

Per il 2013 Como Venture investirà un altro milione di euro: «In gran parte entrerà in questo progetto - ribadisce il presidente Traglio - Il messaggio che mandiamo qui è che a Como c'è un faro, un riferimento importante, con una visione di medio e lungo termine».

SUL GIORNALE DI OGGI I DETTAGLI E LE ALTRE NOVITA' DI COMONEXT

m.lualdi

© riproduzione riservata