Il Comune ci ripensa  A Monte Olimpino stop ai posti blu
Il parcheggio in via Orelli: respinta l’idea di introdurre la sosta a pagamento

Il Comune ci ripensa

A Monte Olimpino stop ai posti blu

L’assessore Bella boccia il piano del dirigente che aveva già scatenato molte proteste nel quartiere. «Non si decide senza un confronto con i residenti»

La notizia della raffica di posti blu in arrivo a Monte Olimpino ha scatenato subito proteste nel quartiere. Ma residenti e commercianti possono tirare un sospiro di sollievo perché il piano - proposto dal dirigente comunale Pierantonio Lorini e approdato sul tavolo della giunta, per il momento è stato messo da parte. Lo stesso esecutivo di Mario Landriscina, come spiega l’assessore alla Mobilità Vincenzo Bella, ha deciso di bocciare la proposta di Lorini. Resteranno le strisce bianche, insomma, nelle tre aree prese in considerazione dal Comune: il piazzale del nuovo supermercato Iperal (45 posti), il parcheggio accessibile dalla rotatoria “del pino” (11 posti) e la parte inferiore di quello in via Orelli (27 posti). Niente parcometri, sosta ancora gratuita. «La giunta comunale ha trattato una informativa sulla realizzazione del progetto esecutivo di messa in sicurezza del tratto di via Bellinzona che attraversa Monte Olimpino, tra il nuovo supermercato e la rotatoria “del pino” - spiega Bella - Proprio perché siamo consapevoli della delicatezza del tema dei parcheggi, nel caso specifico della zona di Monte Olimpino che tra l’altro è interessata dalla sosta dei frontalieri data la vicinanza con il confine di Stato, non è stata presa in considerazione la trasformazione dell’attuale assetto dei parcheggi, proposta dal dirigente come un indirizzo possibile. Questa parte dell’informativa non è stata accolta dalla giunta». Bocciata l’idea di Lorini, l’esecutivo di Palazzo Cernezzi si è «limitato a prendere atto delle opere in fase di appalto previste per la sicurezza di via Bellinzona». «Come dalle linee di condotta che stanno caratterizzando l’attività dell’amministrazione - tiene a specificare Bella - qualsiasi modifica all’attuale regime di sosta sarà oggetto di preventivo confronto con gli utenti e i residenti delle zone interessate e sarà sempre valutata nell’ottica di migliorare le situazioni esistenti nell’interesse della cittadinanza». Un deciso cambio di rotta rispetto ai contenuti del documento messo a punto da Lorini, documento che addirittura conteneva già i dati sulla nuova distribuzione dell’offerta di sosta a Monte Olimpino: 199 stalli bianchi (59%) e 129 blu. Lo scenario, invece, resta immutato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA