Paratie, la Regione diffida il Comune: «Svolta entro 10 giorni o subentriamo noi»
Mario Lucini e Roberto Maroni: ai ferri corti sulle paratie

Paratie, la Regione diffida il Comune: «Svolta entro 10 giorni o subentriamo noi»

Clamorosa decisione in giunta regionale

Paratie, la Regione diffida il Comune: se entro dieci giorni l’amministrazione comasca non farà quanto concordato da mesi, sarà la stessa Regione a farsi carico dell’opera. La decisione è stata presa ieri pomeriggio a Milano, nel corso di una riunione di giunta con un solo punto all’ordine del giorno: una delibera relativa al cantiere sul lungolago di Como.

La prima richiesta è quella di nominare ufficialmente il direttore dei lavori (come rivelato in esclusiva da La Provincia, il Comune non l’ha ancora fatto sebbene il tecnico sia stato messo a disposizione da Infrastrutture Lombarde il 12 agosto).

L’ultimatum è chiaro: entro 10 giorni va riavviato il procedimento, con un cronoprogramma dettagliato. La delibera è stata inviata anche all’Anac.

TUTTI I DETTAGLI SU LA PROVINCIA IN EDICOLA GIOVEDI’ 29 SETTEMBRE


© RIPRODUZIONE RISERVATA