Rapinese candida più donne che uomini  «Squadra completa, pronti a governare»
Alessandro Rapinese durante un gazebo

Rapinese candida più donne che uomini

«Squadra completa, pronti a governare»

Pronti i 32 nomi della lista civica “Rapinese sindaco”: rappresentate tante professioni - Il consigliere: «Persone che arrivano da tutti i quartieri, dove noi siamo da anni e non da oggi»

Le donne battono gli uomini per 17 a 15. La lista civica Rapinese sindaco, che sostiene la candidatura di Alessandro Rapinese è l’unica tra quelle completate finora ad avere un così alto numero di candidate con l’obiettivo di entrare in consiglio comunale.

Trentadue i nomi, in lista in rigoroso ordine alfabetico senza alcun capolista. Si ricandida Ada Mantovani, consigliere comunale uscente e avvocato. Tra i nomi Michele Cappelletti e Milo Casati (si ripresentano entrambi, non erano stati eletti nel 2012), Rita Baruffaldi con una caffetteria in via Garibaldi e Caterina Bellezza con un bar in piazza Mazzini. E ancora, solo per fare degli esempi (la lista completa è nella scheda qui sotto) la rappresentante delle case di via Spartaco Moira Bigoni e l’avvocato Fulvio Anzaldo. In lista anche Guido Corti, presidente della Polisportiva Comense di basket, l’urologo Roberto Duvia, che ha lavorato per decenni al Sant’Anna. Nadia Galli, dirigente di Confartigianato. Spazio ai quartieri con Luigi Livia, titolare di una pizzeria a Ponte Chiasso e Paolo Martinelli, esponente dell’associazione Tavernola Attiva. Tra i candidati anche Matteo Paternò, edicolante di Albate, Letizia Risaliti esponente del comitato contro il punto unico di cottura fino a Paola Re, tra gli organizzatori di Miniartextil.

«Sono tutte persone che hanno lavorato con me in questi anni su vari temi - spiega Rapinese - che vanno dal punto unico di cottura alla ztl a Libeskind oltre a persone di qualità scelte in base alla provenienza territoriale in modo da coprire tutti i quartieri. Abbiamo lavorato in questi anni come nessun altro nelle periferie. C’è chi i quartieri ha iniziato a conoscerli in queste settimane, chi si fa vedere solo in campagna elettorale e chi li bazzica da decenni. Saranno i cittadini a decidere».

Rapinese aggiunge anche che a comporre la lista «ci sono rappresentanti dell’edilizia residenziale pubblica, chi conosce a fondo gli impianti sportivi e la loro gestione, persone molto competenti». E parla di «squadra completa» con la quale «siamo pronti a governare perché conosciamo al centimetro la situazione dei dirigenti comunali». Il candidato sindaco e attuale capogruppo in consiglio di Adesso Como assicura che «i primi interventi sono già da pronti e il giorno dopo le elezioni, se i cittadini ci daranno fiducia, inizieremo l’attuazione del programma. Non abbiamo bisogno di studiare, siamo già pronti e conosciamo a fondo la città».

Rapinese presenterà pubblicamente la lista civica e il programma in una serata in programma per venerdì a Villa Gallia (sede dell’amministrazione provinciale in via Borgovico) a partire dalle 21.


© RIPRODUZIONE RISERVATA