Sanitari non vaccinati  a casa senza stipendio
Nel mirino i sanitari che non si sono vaccinati, nonostante l’obbligo

Sanitari non vaccinati

a casa senza stipendio

Asst Lariana dispone le prime sospensioni: per ora pochi casi, si tratta di infermieri e operatori

Stanno partendo i primi provvedimenti di sospensione a carico dei sanitari non vaccinati, all’ospedale Sant’Anna. Si tratta per ora di pochi casi, e nessun medico è coinvolto. Con la sospensione dal servizio, il personale non riceve neanche lo stipendio.

La conferma arriva dal direttore generale di Asst Lariana Fabio Banfi, che fa sapere: «I primi atti di sospensione sono in corso di formalizzazione in queste ore, e fanno seguito agli accertamenti in osservanza degli obblighi vaccinali operati dalle Ats di competenza».

Dal Valduce, invece, il segretario generale Mauro Turconi rileva: «Al momento, non abbiamo avuto indicazioni legati a provvedimenti di sospensione, né da Ats né dagli ordini professionali». Certo «ora non posso escludere che in seguito qualche caso arrivi, ma qui la percentuale di adesioni alla vaccinazione è stata da subito molto alta».

All’ordine dei medici di Como, ha affermato il presidente Gianluigi Spata, non sono arrivate segnalazioni su medici comaschi che hanno “saltato” la vaccinazione. «Ats, sulla base di controlli incrociati con la Regione, per tutte le categorie di sanitari - ha spiegato Spata - individua chi non risulta vaccinato».


© RIPRODUZIONE RISERVATA