Dopo le scuole, tutto il pubblico:  “Rigoletto” è un invito al teatro
“Rigoletto. I misteri del teatro” al Sociale (Foto by foto andrea butti)

Dopo le scuole, tutto il pubblico:

“Rigoletto” è un invito al teatro

Oggi alle 16 e alle 20.30 il Sociale di Como apre le sue porte per lo spettacolo di “Opera domani” - Occasione da non perdere prima della tournée che porterà il progetto fino in Germania

Dopo aver offerto oltre venti repliche alle scolaresche, il Teatro Sociale di Como apre oggi, sabato 15 febbraio, alle 16 e alle 20.30 le proprie porte a tutto il pubblico che vorrà assistere alla puntata Opera family di “Rigoletto. I misteri del teatro”, adattamento musicale e drammaturgico AsLiCo del capolavoro di Giuseppe Verdi.

Alla vigilia di partire per la lunghissima tournée fatta di 140 alzate di sipario in tutta Italia e Germania (a Bregenz, nel mese di maggio), lo spettacolo dell’annata numero 24 del progetto Opera domani saluta Como con la prima, doppia performance destinata a famiglie, appassionati che vogliono unirsi alla schiera di oltre centocinquantamila bambini e ragazzi iscritti a conoscere il magico e universale mondo dell’opera lirica. Con la direzione musicale del giovane maestro Cesare Della Sciucca alla guida dell’Orchestra 1813 e del cast dei giovani cantanti selezionati dal concorso internazionale AsLiCo, la regia di Manuel Renga assistito da Sara Dho, Daniele Menghini , la vivacità di scene e costumi  di   Aurelio Colombo coadiuvato da Mara Ratti, lo spettacolo condivide con tutti la realizzazione di quest’anno, quanto mai ricca di significato in termini di accessibilità: il “difforme” Rigoletto diventa con il suo dramma, la musica emozionante di Verdi e l’insieme fitto di significati momento di spettacolo, riflessione, passione e presa di consapevolezza condivisa con i bambini con disabilità uditive e ipovedenti, in un format sempre più innovativo che, dalla pratica reale della musica dal vivo, raggiunge la sfera tecnologica con il videogioco dedicato a Rigoletto appositamente progettato da Imaginarium Creative Studio e scaricabile gratuitamente.

Fedora Sorrentino

Fedora Sorrentino
(Foto by Andrea Butti)

«La scelta di Rigoletto è stata la vera sfida quest’anno» ha ribadito Fedora Sorrentino, Presidente Teatro Sociale di Como/AsLiCo: «opera popolare e apprezzata da un pubblico adulto, ma non facile da declinare per tutte le fasce di età, soprattutto nei format destinati ai più piccoli (opera baby 0 -3 anni; opera kids 3-6 anni; opera domani 6 – 12; opera smart 13 – under 30). I nostri team, altamente specializzati in didattica musicale e pedagogia, raccontano la storia senza sovrastrutture, nel pieno rispetto della drammaturgia originale, ma con spunti come sempre legati all’attualità: quest’anno il tema dell’identità e della diversità».

Dopo il laboratorio di sabato scorso, nel quale bambini ipovedenti hanno seguito la descrizione di personaggi, scene e costumi di Rigoletto insieme ai ragazzi che, registrata con le loro voci tale descrizione, trasmetteranno in cuffia l’audio nella recita delle 16.

Altri due appuntamenti di oggi, preliminari allo spettacolo, saranno il breve percorso tattile delle 14 per esplorare alcuni elementi dei costumi e delle scenografie dello spettacolo e il family Lab delle 14.30, laboratorio aperto a tutti per imparare i cori dell’opera e per realizzare oggetti da utilizzare durante lo spettacolo. Entrambi i percorsi, gratuiti, sono aperti a un massimo di 25 persone.


© RIPRODUZIONE RISERVATA