Da Che Guevara a Ronald Reagan. Ecco chi ha ispirato il “Rapi”

La storia politica «Sono cresciuto con le tribune elettorali: le adoravo». Da giovane votò Lega: «Alle ultime elezioni? Ho messo la x su Rapinese. Non so se lo rifarò»

Da Che Guevara a Ronald Reagan. Ecco chi ha ispirato il “Rapi”
Alessandro Rapinese inscena una delle sue provocazioni: qui mentre vuole dipingere la sala studio della biblioteca, nel 2012

«Dunque, mi faccia vedere cos’ho sulla mia libreria... mmmhhh... ma dove li ha messi mia moglie i miei libri? Li avrà buttati in qualche scatola di scarpe...».

Chiedi al neosindaco Alessandro Rapinese di raccontarti i personaggi che lo hanno maggiormente ispirato, politicamente parlando, e lui si mette a rovistare tra le pubblicazioni che ha in casa: «Non ho alcun politico come modello, ma mi hanno appassionato le storie di molti». Divoratore di biografie di personaggi pubblici (oltre che di delibere di giunta e di consiglio comunale), al più votato dai comaschi non piace svelare per chi vota lui, alle politiche o alle europee. Chi lo conosce bene, da anni, assicura: «Lui non sa cosa votiamo noi e noi non sappiamo chi sceglie lui». E se glielo chiedi risponde, tra il serio e il faceto: «Alle ultime elezioni ho votato Rapinese... ma non so se lo rifarò alle prossime».

Da giorni la stampa nazionale si arrovella su dove posizionare il neosindaco di Como nel panorama politico italiano: centrosinistra o centrodestra? Democratico o repubblicano? Leghista o neocomunista con falce e martello?

© RIPRODUZIONE RISERVATA