Primarie, il centrosinistra  sceglie il candidato sindaco
Da sinistra: Marcello Iantorno, Mario Forlano, Gioacchino Favara, Vittorio Mottola, Maurizio Traglio

Primarie, il centrosinistra

sceglie il candidato sindaco

Oggi e domani il voto decisivo in città

Oggi e domani si vota per scegliere il candidato sindaco del centrosinistra. Le primarie sono state promosse da Pd, Como Civica e Italia dei Valori.

Oggi si vota solo al gazebo in piazza Duomo, dalle 14,30 alle 18,30. Domani in 13 seggi sul territorio comunale. Informazioni sulla pagina Facebook “Primarie Como 2017” e sul sito del Pd di Como (blogdem.it/como).

Hanno diritto di voto alle primarie tutti i cittadini residenti nel Comune di Como che abbiano compiuto 16 anni, compresi gli stranieri in possesso di regolare permesso di soggiorno. Bisogna recarsi al seggio con un documento di identità valido e la tessera elettorale, quindi versare 2 euro come contributo per le spese organizzative e sottoscrivere una “carta dei valori del centrosinistra”.

I profili dei candidati sono molto diversi. C’è chi arriva da una lunga militanza nei patiti come Marcello Iantorno (dal Pci al Pd passando attraverso Pds e Ds, è stato consigliere comunale e oggi siede in giunta) e Gioacchino Favara (tessera del Partito socialista dal 1976, sindacalista della Uil, voce critica del Pd in consiglio), ma anche chi ha lasciato i Democratici (Vittorio Mottola, già consigliere provinciale e comunale, candidato nel 2012 con l’Udc) oppure è reduce dalla prima esperienza a Palazzo Cernezzi (Mario Forlano, eletto con la lista Como Civica cinque anni fa, presidente del Coordinamento comasco per la pace). Non ha mai avuto tessere e non ha fatto esperienze nella pubblica amministrazione, invece, l’imprenditore Maurizio Traglio, nome nuovo di queste primarie (unico assaggio di politica nel 2013 quando si candidò alle politiche nella lista di Oscar Giannino).

© RIPRODUZIONE RISERVATA