Il 15% dei comaschi non vuole vaccinarsi  «Ecco perché è importante convincerli»
Al lavoro nell’hub vaccinale di Villa Erba, a Cernobbio

Il 15% dei comaschi non vuole vaccinarsi

«Ecco perché è importante convincerli»

Almeno una dose a nove anziani su 10 - Bene l’adesione per la fascia d’età oltre i cinquant’anni - L’Ats Insubria: «Dobbiamo studiare nuove strategie»

Il 15% della popolazione comasca non ha prenotato il vaccino e, con ogni probabilità, non lo farà mai.

A fornire il dato è Ats Insubria, che ha allo studio un cambio di strategia per convincere i comaschi a proteggersi dal Covid; «Abbiamo cercato di aumentare l’adesione con azioni mirate anche in provincia – dice Marco Magrini , dirigente di Ats Insubria oggi nell’unità di crisi regionale per la campagna vaccinale – ma non è facile, tra il 10% e il 15% della popolazione non ha ancora prenotato la vaccinazione e ormai con buona probabilità non intende farlo. Ora però dopo un partenza lenta e difficile le cose volgono al meglio, soprattutto nella popolazione anziana, la più a rischio».

© RIPRODUZIONE RISERVATA