Martedì 07 Febbraio 2012

Bergamo, Varese e Sondrio
Carioni batte tutti in auto blu

COMO Hanno nel taschino il fazzoletto verde, proprio come il presidente della Provincia di Como Leonardo Carioni, ma a differenza del numero uno di Villa Saporiti non hanno l'auto di rappresentanza. Nel dettaglio si tratta del presidente della Provincia di Bergamo Ettore Pirovano che, con un'auto di servizio dell'amministrazione provinciale (non blu) ha percorso nel 2011 4.300 km. Contro i quasi 38mila (per la precisione 37.619) percorsi da Carioni. E anche del presidente della Provincia diVarese Dario Galli che non avendo l'auto di rappresentanza ha chiesto e ottenuto rimborsi per l'utilizzo del proprio mezzo: 9.319 euro a fronte di 14.044 km.
«Chiedo un rimborso per la benzina da casa alla Provincia pari a 1/5 del costo del carburante - spiega Pirovano - e non abbiamo l'auto blu. Con quelle grigie, che sono utilizzate da trenta persone (16 dirigenti, 12 assessori, dal direttore e da me) l'anno scorso sono stati percorsi 61mila chilometri». Pirovano non commenta il record di Carioni, ma dice: «Non entro nel merito dei km fatti da Carioni, sicuramente avrà avuto i suoi motivi. Io ne ho percorsi 4300 in un anno e sono registrati, con le destinazioni, in un foglio excel che viene aggiornato giornalmente con orari, mete, motivi e ovviamente con il nome di chi ha utilizzato la vettura». Bergamo è una Provincia grande, perché niente auto blu? «A me piace guidare - dice il presidente - e poi mi dà fastidio usare mezzi di rappresentanza, preferisco la mia auto. Un'Audi verde scuro».
Il collega varesino Galli ha chiesto rimborsi per 14mila chilometri e anche nella città giardino niente auto blu: «È un qualcosa in più - spiega - che non ha alcuna utilità. L'amministratore pubblico deve dare sempre il buon esempio, soprattutto in questo periodo difficile, con una gestione attenta e oculata dei soldi dei cittadini anche se, a dire la verità, la Provincia di Varese non ha deciso di abolire l'auto blu semplicemente perché non ne ha mai avute».

Leggi l'approfondimento su La Provincia in edicola martedì 7 febbraio

a.savini

© riproduzione riservata